Professore ordinario

CONTATTI
Telefono:
Fax:
E-mail: loschiavoluca@gmail.com
Numero stanza: -

Luca Loschiavo è nato a Roma il 4 febbraio del 1965.

  • Luca Loschiavo è professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno presso l’Università degli Studi di Teramo dal 2005 (vincitore di concorso nell’ottobre 2004). Dall’a.a. 2013-2014 in virtù di una apposita convenzione stipulata tra i due Atenei interessati, insegna ‘Storia del diritto medievale e moderno (A-D)’ presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tre.
  • Laureato in Giurisprudenza con lode all’Università di Roma – Sapienza nel 1989, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca nel 1994 (Univ. di Torino) ed è stato ricercatore presso l’Istituto di Storia del diritto italiano dell’Università di Roma – Sapienza tra il 1992 e il 2001. Durante gli stessi anni ha svolto ripetuti soggiorni di studio (ogni anno per circa due mesi) presso il Max-Planck-Institut für Europäische Rechtsgeschichte di Francoforte sul Meno. Qui è stato inserito nel gruppo di ricerca ‘Legistik’. Nella collana di quell’Istituto ha anche pubblicato la sua prima monografia (1996). Nel 2001 è divenuto professore associato ed è stato chiamato dall’Università di Teramo.
  • Gli interessi scientifici di Luca Loschiavo riguardano in primo luogo la storia giuridica dell’Occidente nei secoli dell’alto medioevo e in quelli del rinascimento giuridico e del diritto comune. Le sue ricerche riguardano in particolare la circolazione dei testi del diritto romano nell’alto medioevo e la loro tradizione manoscritta, la riscoperta dei libri di Giustiniano nel sec. XI e il loro studio ad opera delle prime generazioni di glossatori. Da alcuni anni Luca Loschiavo si dedica anche allo studio dell’età del passaggio dal mondo tardoantico a quello dell’alto medioevo concentrandosi in particolare sull’incontro delle società dei barbari con la cultura giuridica dell’occidente romanizzato.
  • Le pubblicazioni di maggior rilievo hanno sinora riguardato lo studio e l’edizione di un commentario al Codice di Giustiniano dei primi decenni del sec. XII («Summa Codicis Berolinensis» Studio ed edizione di una composizione ‘a mosaico’, Frankfurt a. M. 1996), la repressione del brigantaggio nei secoli IV-VII in Occidente (Autodifesa, vendetta, repressione poliziesca. La lotta al brigantaggio nel passaggio dalle province tardo-imperiali ai regni romano barbarici, in: F. Botta cur., «Il  diritto giustinianeo fra tradizione classica e innovazione», Torino 2003, pp. 105-133), gli inizi del processo canonico (Tra legge mosaica e diritto romano. Il caso Indicia, la Didascalia Apostolorum e la procedura del giudizio episcopale all’epoca del vescovo Ambrogio, in: I. Birocchi et all. (curr.), «A Ennio Cortese», Roma 2001, II, pp. 269-284), la prova testimoniale nell’alto medioevo (Figure di testimoni e modelli processuali tra antichità e primo medioevo, Milano 2004), la collezione delle Novelle di Giustiniano e la sua conoscenza in Occidente (Il codex graecus e le origini del Liber Authenticorum, in: «Zeitschrift der Savigny-Stiftung für Rechtsgeschichte», RA 127, 2010, pp. 115-171 e La riscoperta dell’Authenticum e la prima esegesi dei glossatori, in: L. Loschiavo et all. (curr.), «Novellae Constitutiones. L’ultima legislazione di Giustiniano tra oriente e occidente da Triboniano a Savigny», Napoli 2011, pp.111-139), la costruzione di una cultura giuridica comune nell’Europa altomedievale (L’impronta di Isidoro nella cultura giuridica medievale: qualche esempio, in: G. Bassanelli cur., «RAVENNA CAPITALE. Uno sguardo ad Occidente. Romani e Goti – Isidoro di Siviglia», Bologna 2012, pp. 39-55).
  • I risultati delle ricerche di Luca Loschiavo godono di un certo apprezzamento sia sul piano nazionale che internazionale. La recente procedura di valutazione della qualità della ricerca nazionale (vqr) ha visto collocarsi primi assoluti nella classifica degli atenei italiani gli storici del diritto dell’Ateneo teramano. Individualmente, delle tre pubblicazioni presentate da Luca Loschiavo, due hanno ricevuto la valutazione di 1 (eccellente) e la terza di 0,8 (buono).
  • Attualmente Luca Loschiavo tiene presso la Facoltà di Giurisprudenza di Teramo gli insegnamenti di ‘Storia del diritto medievale e moderno’ e ‘Diritto comune’. Dal 2005 al 2009 è stato Coordinatore del corso di Dottorato di ricerca intitolato “Identità culturali ed esperienze giuridiche in area adriatica: dalla koinè tardo-antica al diritto comune” (sede amministrativa presso l’Università degli Studi di Teramo).
  • In passato, ha insegnato per affidamento ‘Antichità e istituzioni medievali’ presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino (a.a. 1995/1997); ‘Storia del diritto italiano’ presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Cagliari (a.a. 1997/2001) e ‘Storia del diritto medievale e moderno II’ presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tre (a.a. 2011/2013). 
  • Nel settembre 2006, Luca Loschiavo ha diretto la 4. Studienvoche: «Mittelalterliche Quellen in der heutigen Rechtsgeschichte. Eine Einführung in die juristische Literatur: Handschriften, Frühdrucke und ihre Erforschung» organizzata dal Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte di Frankfurt am Main. Nell’ottobre 2010 ha organizzato il convegno internazionale di studi «Novellae constitutiones. L’ultima legislazione di Giustiniano fra Oriente e Occidente da Triboniano a Savigny» di cui sono stati pubblicati gli atti. Dal 2010 è membro del consiglio scientifico del Consorzio internazionale di ricerca ‘The Mosaico Project’ (online su sito: mosaico.cirsfid.unibo.it). È stato inoltre invitato a partecipare a seminari o tenere conferenze presso le seguenti istituzioni di ricerca internazionali: nel giugno 2011 a Londra per il ‘Volterra Project’ presso lo University College of London (UCL); nel marzo 2012 a Reichenau (Konstanz) presso il ‘Konstanzer-Arbeitkreis für mittelalterliche Geschichte’; nel giugno 2012 a Francoforte sul Meno presso il Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte, nell’ambito del progetto ‘Recht als Zivilisationsfaktor im Ersten Jahrtausend’; nel febbraio 2013 a Oxford per il Legal History Seminar “The Legal Roots of Europe” presso lo All Souls College.
  • Luca Loschiavo è attualmente presidente dell’ «Istituto Emilio Betti di scienza e teoria del diritto nella storia e nella società». Ha contatti e collabora con università e istituti di ricerca italiani (Università di Roma Tre, Catania, Pavia, Napoli Federico II, Milano Bicocca, Cagliari) e internazionali (MPI di Francoforte sul Meno; Universitè Paris Ouest – Nanterre; Universitad de Valladolid; University of Edinburg).
  • Dal 2006 è membro della Società italiana di storia del diritto.  Dal 2011 e ‘membre associé’ presso il CENJ (Centre d’études des normes juridiques Yan Thomas) di Parigi. È socio dal 2008 dell’associazione “Freunde des Frankfurter Max–Planck–Institut für europäische Rechtsgeschichte” (Frankfurt am Main)
  • È membro del comitato scientifico delle riviste scientifiche: ‘Rivista internazionale di diritto comune’ (Catania – Roma); ‘Rivista di storia del diritto italiano’ (Torino); ‘Teoria e storia del diritto privato’ (Salerno). Collabora, in qualità di redattore corrispondente, alla riviste ‘Rechtsgeschichte’ (Frankfurt a. M.) e ‘Scrineum’ (Pavia).
  • È membro del comitato scientifico delle collane: ‘Luca da Penne’ Religione, diritto e politica – Roma, Aracne ed. (dir. Francesco Zanchini) e 'La cultura giuridica'. Testi di scienza, teoria e storia del diritto – Roma, RomaTrE-Press (dir. Beatrice Pasciuta).
 

aggiornato il 18/04/2016